Warning: A non-numeric value encountered in /home/customer/www/bi-mind.it/public_html/wp-content/themes/conall/framework/modules/title/title-functions.php on line 461

I benefici della mindfulness

Benefici Mindfulness

I benefici della mindfulness

Consapevolezza, concentrazione e controllo: sono tre azioni chiave insegnate dalla mindfulness, pratica ormai diffusa in tutto il mondo che oggi aiuta migliaia di persone che si trovano ad affrontare dolore e stress emotivi che, come è confermato anche dalla scienza medica, contribuiscono alla malattia. Le fondamenta di questo movimento sono state gettate ormai trent’anni fa da Jhon Kabat Zinn, microbiologo convinto che la scienza non finisse alla porta del laboratorio.

I benefici della meditazione mindfulness sono molteplici e gli studi in laboratorio li confermano sempre più frequentemente.
Alcuni dei più interessanti sono:

potenziare alcune aree del cervello: meditare ha la stessa funzione per il nostro cervello della palestra per i nostri muscoli; studi in risonanza magnetica dell’università di Harvard su partecipanti ad un corso di otto settimane hanno evidenziato un maggior spessore della materia grigia, principalmente nelle aree associate alla consapevolezza del proprio corpo e con la compassione per gli altri. Sono inoltre state osservate una diminuzione dell’attività e del volume dell’amigdala (porzione cerebrale implicata in stress e paura) e un aumento di materia grigia nella corteccia prefrontale, zona del cervello responabile di funzioni cognitive superiori come attenzione, concentrazione e abilità di problem solving.

– può contribuire ad abbassare la pressione: la meditazione influisce sul rilascio di ossido nitrico nel sangue, sostanza che “rilassa” i vasi sanguigni fornendo così al sangue una miglior possibilità di scorrere. La mindfulness, insieme ad uno stile di vita sano, può aiutare a ridurre l’ipertensione a chi soffre di questo disturbo, contribuendo a ridurre i rischi di eventi cardiovascolari critici.

mantiene più giovani. Meditare può rallentare, infatti, il processo di invecchiamento cellulare. Diversi studi, tra cui una ricerca dell’Università della California di Davis, hanno dimostrato come la meditazione migliori l’attività dell’enzima telomerasi, un enzima che ricostruisce e allunga i telomeri, sequenze di DNA situate alle fine dei cromosomi fondamentali per il buon funzionamento cellulare. Proteggere i telomeri è fondamentale per garantire lunga vita alle cellule: quando i telomeri si accorciano sotto a una certa soglia, le cellule iniziano ad invecchiare e perdere alcune proprietà.

– è un formidabile antidolorifico. Le scansioni cerebrali di esperti di meditazione, a confronto con chi non pratica questa disciplina, mostrano che i primi hanno una capacità – a parità di intensità di un’esperienza dolorifica – di sopportare molto meglio il dolore dei secondi. La ragione sarebbe da ricercare nella riduzione delle connessioni cerebrali tra corteccia anteriore cingolata (associata ai sentimenti negativi che rendono il dolore fisico ancora più insopportabile) e parti della corteccia prefrontale, responsabile di gran parte delle esperienze di autoconsapevolezza corporea. Chi medita non sente meno dolore fisico, ma ha imparato a scollegarlo dalla componente emotiva, che ne peggiora decisamente l’impatto.

– è alleata delle donne. La pratica della meditazione e di altre discipline di origine orientale come il tai chi e lo yoga può attenuare alcuni dei più comuni sintomi della menopausa come le “vampate” di caldo improvviso, piccoli disturbi dell’umore e del sonno, dolori ossei e muscolari secondo una revisione degli studi sul tema condotta nel 2010.

– può essere più riposante del sonno. In uno studio condotto nel 2006, a un gruppo di studenti universitari è stato chiesto di fare un breve sonnellino, meditare o guardare la TV, prima di compiere un test per verificare i loro livelli di allerta. Chi aveva meditato ha ottenuto risultati migliori del 10% rispetto a chi si era concesso una siesta.

Questi sono solo alcuni dei principali benefici della meditazione… e tu che scusa hai per non provarci???

 

Post Tags:
PREV

Impara a vivere l'oggi

NEXT

Mindfulness e felicità

WRITTEN BY:

Sono uno psicologo clinico, psicoterapeuta e lavoro a Biella. Oltre a una grande passione per lo sport e curiosità per l’animo umano, ho un profondo amore per il viaggio che mi ha portato a visitare diversi luoghi nel mondo, soprattutto in Asia, dove ho potuto apprendere alcune conoscenze che hanno reso il mio approccio all’individuo fortemente integrato.